wpid Photo 09ago2012 2124

Tra Apple e Google non scorre buon sangue da quando la società di Mountain View ha deciso di investire in Android. Negli anni questa antipatia ha portato ad una scelta che soltanto la potenza economica di Apple può consentire: allontanarsi dall’egemonia dei servizi di Big G.

Sostituire i prodotti di Google in todo probabilmente non sarà possibile, anche perché Google regge il suo business model sulla pubblicità e Apple sugli account collegati ad iTunes. Ridurre l’influenza, però, è possibile. Il processo è iniziato con Google Maps e con la 4º beta presentata qualche giorno fa, continua anche con Youteeube.

Apple, infatti, non ha rinnovato le licenze quinquennali con Google e ora l’app di Youtube non è presente in iOS 6. I video, però, saranno disponibili dal browser e dal sito di Youtube. Di contro Big G ha attaccato alla gola Siri annunciando l’arrivo di Google Search di Android, il servizio che avete visto in decine di video durante la presentazione del Nexus 7, anche per iOS.

Tra qualche giorno sarà possibile usare l’app di Google per effettuare ricerche a voce ponendo domande anche articolate, come per esempio “quale film danno nei paraggi?” o “quanti film ha girato Martin Scorsese”. Speriamo che l’app supporti anche la lingua italiana.

[via Google]

Join the Conversation

2 Comments

  1. google la vedo come società molto più seria, probabilmente se rilascerà google search sarà compatibile con la lingua italiana.

  2. chissà cosa risponderà quando gli si chiederà qual’è il miglior smartphone del mondo

Leave a comment

Cosa ne pensi?