Foxconn ha ammesso di aver assunto minorenni per lavorare prodotti di Sony

Tutti i dipendenti hanno dei diritti, anche in Cina. Tra questi diritti, per esempio, c’è quello che permette di studiare prima di entrare nel mondo del lavoro. In Cina si può lavorare a partire dai 16 anni di età. Foxconn, però, in barba alla legge cinese aveva assunto dei quattordicenni nel periodo estivo.

Il fatto è avvenuto negli impianti di Yantai occupati all’assemblaggio dei prodotti per Sony. La società giapponese, probabilmente, non segue controlli repentini come Apple. Quest’ultima, fortunatamente, non è implicata nello scandalo con somma tristezza per tutti coloro odiano la società di Cupertino per partito preso.

L’azienda ha già fatto sapere di aver licenziato i bambini assunti e averli rimandato nelle scuole. Non sarebbe male effettuare dei controlli generici su tutti gli impianti di Foxconn e di aziende simili per verificare le irregolarità.

[via hosted]

2 Comments

  1. Come già si intuisce dal commento nell’articolo, la notizia non farà clamore visto che Apple non è implicata. Quindi tutto bene….

Cosa ne pensi?