Pocket I Read It Later

Sono sempre più convinto che gli articoli lunghi su internet non sono molto confortevoli. Sulla rete di solito si leggono informazioni al volo, si passa velocemente da una pagina all’altra e si naviga tra le informazioni. A volte, però, capita di imbatterci in articoli lunghi che possono interessarci. Come sposare la voglia di leggere questi articoli con la velocità di internet?

La soluzione sono dei servizi che permettono di salvare gli articoli e leggerli in seguito. Se si salvano nei segnalibri bisognerà usare il computer dove è stato trovato l’articolo e ricaricare la pagina da leggere. Instapaper, Readability e Pocket, invece, permettono di salvarlo in un proprio spazio e leggere il tutto con calma, pulendo la pagina da fonti di distrazione e grafica.

Ho cercato da tempo il servizio ideale per le mie esigenze. Uno di quelli che permettono di fare ciò che promettono. Ho usato Instapaper ma non ha un’app per Mac. Così facendo se si salva un articolo bisogna aprire un browser e ricaricare la pagina nell’account. Ho provato Readability con la sua bella grafica e mi sono trovato bene per qualche mese. Anche questo servizio non ha un’app per Mac.

Infine ho provato Pocket, chiamata tempo fa Read It Later, e mi sono innamorato. Questo servizio ha un’esperienza utente molto elevata e ha app per smartphone, Mac e la classica versione web. Grazie alla sua integrazione con Tweetbot, Reeder e il pulsante installabile in Safari, posso in ogni momento mandare al mio account articoli, immagini e video. Quando ho tempo li leggo a pieno schermo senza fronzoli nel dispositivo che ho sotto mano. Quando ho terminato di leggerli un pulsante mi permette di archiviarli per poterli ripescare in futuro.

Pocket ha anche un sistema di tag per catalogare le informazioni in base alle propri esigenze. La cosa positiva è la sua completa gratuità. Se volete provarlo anche voi lo trovate nel sito ufficiale.

Leave a comment

Cosa ne pensi?