Quella volta in cui Steve Jobs affogò un iPod

E’ sempre vivo ed interessante il discorso che lega Apple all’innovazione. Molti pretendono dalla società innovazioni ogni anno, trascurando il fatto che per arrivare a un prodotto perfettamente funzionale e dall’esperienza utente superiore sia necessario provare molte soluzioni. Come una sorta di passaggi al setaccio, la ricerca prevede la selezione di centinaia di idee, dire tanti no e poi arrivare alle idee migliori. Realizzare i concept, brevettare tutto, testare, preparare la versione finale dei prodotti e attivare la produzione richiedono tempi molto superiori di 12 mesi. In altre parole innovare ogni anno è impossibile.

L’accusa che si volge ad Apple è l’incapacità di ridurre i tempi dell’innovazione mediante i moltissimi soldi a disposizione. Apple ha attualmente in cassa oltre 121 miliardi di dollari, eppure investe in ricerca e sviluppo solo il 2,2% del suo fatturato. Precisamente nel 2012 sono stati spesi 3,38 miliardi di dollari. I suoi concorrenti, come Microsoft e Samsung, hanno investito rispettivamente il 15% e il 6% del fatturato. Ciò significa che queste due società innovano più di Apple? La risposta è no.

Nella classifica annuale redatta da Booz & Co, Apple è al primo posto nel mondo per le società più innovatrici. La ricerca e lo sviluppo non sono strettamente collegate all’innovazione. Di questo ne era profondamente convinto anche Steve Jobs. Basti pensare che nel periodo in cui Apple costruì il primo Macintosh, rivoluzionando l’industria dei computer, IBM investiva 100 volte di più nella ricerca.

La vera innovazione sta nell’evitare di limitarsi a riempire una scheda tecnica di dati, scegliendo di agire sull’esperienza utente. L’esperienza utente si basa su un aspetto fondamentale dell’utente medio, vale a dire che è pigro. A nessuno piace fare 10 passaggi per arrivare ad un risultato se è possibile farne solo 1. Non è sintomo di svogliatezza, semplicemente di propensione a non perdere tempo.

Per aumentare il livello di esperienza utente bisogna lavorate tantissimo. Sottrarre anzichè aggiungere è molto complicato. Una volta Steve Jobs disse:

Devi lavorare sodo per purificare i tuoi pensieri, per semplificarli. Ma alla fine ne vale la pena: perchè una volta che sei arrivato lì, puoi spostare le montagne.

Basti pensare al grande lavoro effettuato per l’iPod. Un prodotto che portò ad Apple al successo e riversò nelle casse della società tanto denaro da permettere lo sviluppo di altri prodotti, come l’iPhone e l’iPad. Quando gli ingegneri di Apple portarono il primo prototipo del noto player a Steve Jobs questi si arrabbiò: era troppo grande. Disse loro di renderlo più piccolo. Gli ingegneri, però, dissero che era impossibile, che avevano fatto di tutto per renderlo piccolo.

Allora Steve Jobs andò all’acquario dell’ufficio e gettò l’iPod nell’acqua. Dal player salirono un cumulo di bollicine e Steve Jobs disse agli ingegneri: “se non ci fosse tutto quello spazio vuoto le bollicine non ci sarebbero state“. Dopo qualche mese riuscirono a creare un iPod più piccolo.

Questa è l’innovazione. Arrivare a un prodotto bello e facile da usare. Ed è per questo che l’iPhone vende più dei singoli modelli delle altre aziende. Ed è per questo che Apple guadagna più delle altre aziende.

6 Comments

  1. il concetto che hai espresso è condivisibile non si può innovare ogni anno ma l’ articolo in se mi sembra un voler difendere Apple (anche a tutti i costi).
    Capisco 1 anno, 2 anni ma Apple è da un po che non innova.
    Tranne il Retina (hardware) il resto è più o meno uguale 3-4 anni fa.

    • Non sono d’accordo sulla tua opinione,ma d’altra parte pure tu mi pare sia di parte,vedendo il tuo Nickname,se tu in 4 anni hai visto solo il retina,allora vuol dire,che non ci hai visto molto bene,oltre all’hardware,hanno fatto di più del Retina,tra tutti l’ultimo cavo Lighting,e idem anche dalla parte del proprio sistema operativo,sempre in evoluzione.

  2. Stupendo articolo,complimenti!!
    Ma secondo me per innovare prima di tutto ciò bisogna conoscere studiare e comprendere ogni piccolo componente per poterlo migliorare e cosi trarre il meglio da tutto l’insieme.
    Un iphone non è solo una carcassa in alluminio fica e friendly.

Cosa ne pensi?