Instagram venderà le tue foto dal 16 gennaio, intascandone i soldi

Instagram

Qualcuno lo chiama effetto Facebook, altri semplicemente pazzia. Fatto sta che il servizio Instagram sta subendo gli influssi negativi riguardanti il campo della privacy tipici del noto social network. L’investimento per l’acquisizione di questo servizio, infatti, ha richiesto 300 milioni di dollari in contanti e 700 milioni di dollari in azioni Facebook.

Una cifra spropositata considerando che ogni utente è stato valutato circa $ 30. Tutto denaro che Mark Zuckerberg vorrà riportare alla società. In che modo? La prima idea era quella di inserire foto sponsorizzate all’interno del flusso informativo degli utenti. Una soluzione che probabilmente sarà attuata insieme ad un’altra molto più radicale.

Se avete notato un piccolo banner in cui si informava del cambiamento delle policy del servizio, sappiate che quello è implicitamente il permesso di permettere alla società di vendere le vostre foto. A partire dal prossimo 16 gennaio, infatti, tutti gli utenti che avranno foto on-line avranno dato automaticamente il permesso per vendere le proprie foto. Le società, così, avrebbero accesso a un bacino enorme da cui attingere per utilizzare foto per campagne pubblicitarie, libri, film e così via.

Il tutto non richiede di avvertire l’utente attraverso messaggi o notifiche. Per fuggire da questo meccanismo bisognerà cancellare l’account prima del 16 gennaio, a meno che Facebook non decida di tornare sui suoi passi ed eliminare questa norma. Credo che al momento la speranza sia proprio questa.

[via cnet]

8 Comments

  1. magari sparissero tutti. Complimenti a lle milioni di menti idiote invece che permetteranno a zuck e quelli come lui di intascare miliardi sul vostro lavoro, di appropiarsi di quanto è vostro .. e poi c’è chi da contro alla pirateria !!!!!!!!!!!

Cosa ne pensi?