La vendita dei Mac cala del 41% in Italia

Gartner Mac Italia Q4 2012

Non è un segreto il fatto che il mercato dei computer sia in declino. In base ai dati dell’ultimo trimestre fiscale registrato nel 2012, Gartner ha potuto effettuare una fotografia del mercato dei pc anche in Italia. In base a queste analisi si evince che negli ultimi tre mesi del 2012 sono stati venduti 1.318.013 computer contro 1.541.571 venduti nello stesso trimestre del 2011. Ciò porta ad un calo del 14,5%.

Purtroppo il produttore che vende meno è Apple che vede precipitare la vendita dei Mac nel nostro paese del 41,2%. Nel quarto trimestre, infatti, la società ha venduto 78.500 computer ottenendo il 6% del mercato contro 133.433 venduti nello stesso periodo dell’anno precedente dove possedeva l’8,7% del mercato.

Al primo posto c’è Hp con 292.524 computer venduti e il 22,2% del mercato, seguita da Asus con il 19,4% del mercato e Acer con il 13,8% del mercato. Il produttore con la crescita maggiore è stato Lenovo in crescita del 151% con 97.749 unità vendute.

Il calo delle vendite per Apple è da attribuire a due fattori: principalmente il prezzo dei Mac che è molto elevato rispetto ai prezzi applicati dalla concorrenza e il secondo fattore è il boom del mercato dei tablet che per molti hanno preso il posto dei computer.

[via gartner]

  • Gianrico

    secondo me manca un unico elemento alla tua analisi kiro, il fatto che apple ha praticamente messo gli imac fuori commercio giusto nel periodo natalizio e ancora adesso i tempi di consegna dei nuovi sono a dir poco biblici, giusto stamattina uno dei miei commerciali si lamentava di tempi di attesa che vanno dalle 4 alle 6 settimane… manco un’automobile!

    • Si è vero ha influito anche questo.

  • Sanderos

    Giusto il discorso iMac, ma non dimentichiamoci che OS X è sempre lo stesso da anni. i Mac Pro sono in pratica fuori commercio, i portatili hanno prezzi fuori dalla logica… Incide secondo me un pò tutto.

    • Gianrico

      che OS X sia lo stesso è un fatto abbastanza discutibile, viste le modifiche introdotte con lion. E comunque da sistemista meno cambia un sistem meglio è per i clienti, specie quelli professionali.
      QUanto ai prezzi di un portatile parliamone, rimangono macchine che danno pappina a tutti i winmerd che tu trovi in giro sia dal punto di vista hw che sopratutto sw. Se a questo aggiungi che con un virtualizzatore ci fai girare su la qualunque direi che forse il prezzo è persino basso.

      • Sanderos

        Le “modifiche”, appunto, sono cavolate tanto per far spendere i soldi dell’aggiornamento e basta. Non c’è nulla di innovativo in Lion e Mountain Lion. Si lavora tranquillamente con Snow Leopard, anzi lo trovo migliore delle ultime due release. I clienti professionali sono troppo pochi rispetto ai consumer, Apple sta facendo morire il Mac Pro ormai da mesi, iMac non si trova neanche negli Apple Store….mah….
        I portatili? migliori di chi? di cosa? Hai provato un Alienware M14x della Dell da 999 euro con Ubuntu o (buttiamolo lì) windows 8? E riguardo la virtualizzazione, che ho sempre odiato, mi compro un mac pro da 13 a 1529 (voliamo bassi) per metterci Windows???? Se compri un mac usi OS X e basta.

      • Gianrico

        guarda in quanto tecnico apple credo di avere un’idea chiara di cosa sia stato aggiunto o meno al system, i cambiamenti ci sono e non sono pochi e nemmeno cavolate. Solo che molti tendono a pensare che cambiare un system equivalga a cambiarne la grafica cosa che non è.
        I Mac Pro erano vivi e vegeti prima che l’Unione Europea ne vietasse la vendita.
        Quanto ai virtualizzatori pensa un po’ io ne uso a valanghe e per maggior parte virtualizzo osx…

      • Sanderos

        Che non abbiano aggiunto migliorie sarebbe da suicidio, ma quante ne usa l’utente medio? Forse Messaggi, ma quasi tutti hanno l’iPhone, non penso che la gente si mette ad inviare messaggi dal computer.
        La grafica non c’entra nulla, chi ha parlato di grafica?? Lei.

        I Mac Pro sono dei cessi ambulanti, costano un botto e a livello hardware c’è di meglio spendendo MOLTO di meno.

        I virtualizzatori ? 5% sul totale di chi usa Mac. Non compro un Mac Pro da 3000 euro per caricarci windows che gira benissimo con un macchina da 700/800 euro…

        PS: non che mi faccia piacere tutto questo, anzi mi da grande fastidio questa idea “commerciale” e strategica che affronta Apple in questo periodo. Ha abbandonato i mac per gettarsi su iPad e iPhone ed i risultati si vedono.

        PPS: anche io tecnico Apple da 15 anni e da 25 utilizzatore di tutto quello che Apple ha sfornato, ma non è che i prodotti li faccio io…e sinceramente visto che l’ottusità la lasciamo ad altri per ora, almeno per quanto mi riguarda, i mac lasciano MOLTO a desiderare e le vendite lo dimostrano.

  • Gianrico

    e se vogliamo possiamo aggiungere che quest anno peserà anche il fatto che i mac pro vanno fuori commercio in europa (salvo modifiche alel catene produttive, cosa che vedo poco probabile) e quindi avremo un ulteriore calo. Gli APR ormai possono vendere tablet e macmini, è una situazione davvero imbarazzante e che denota il solito atteggiamento presuntuoso da parte di mamma apple.

  • paolo

    Non nascondiamoci dietro un dito, costano troppo. Belli, resistenti, design ecc. tutto quello che volete ma dovrebbero costare 300 euro di meno tutti… costerebbero cmq di più dei concorrenti ma ne venderebbero tantissimi. 700 euro di differenza non valgono lo chassis in alluminio, il trackpad e tante altre belle cose che usiamo quotidinamente sui nostri mac.
    Tablet o non tablet HP ha perso il 5% non QUARANTA!
    E’ un vero peccato… 🙁

  • Gino

    non è che per caso c’è un po’ di crisi?

  • Si, direi proprio che all’equazione del tuo articolo manca il fatto che in Italia troppa gente non riesce ad arrivare a fine mese, si risparmia su tutto (anche sulla spesa al supermercato), figurarsi se si riesce a spendere per comprare dei Mac: avendo bisogno di un computer, ci si accontenta e ci si compra un portatile a 400 euro.
    A proposito, ho un paio di iMac usati da vendere, interessano a qualcuno? (giusto per rimanere in tema di crisi)

    • In realtà prezzi troppo alti significa anche che le persone non possono permetterselo.

  • Ricky

    E’ vero tutto, che c’e’ la crisi e che costano troppo.
    E’ anche vero che Apple non sa’ darsi un freno…sapendo perfettamente in che stato siamo nel Mondo lei non si smuove di un millimetro.
    Se prima si poteva chiudere un occhio…a volte anche tutti e due sul costo di un prodotto MAC, adesso proprio non si puo’.
    Oltretutto e’ da considerare la fortissima concorrenza…l’unica cosa che salva per esempio i famosi IPAD di Apple sono le APP…se non fossero cosi’ tante, belle e curate sarebbe un pad come tanti altri.
    In questo Android pecca ma sta’ rimontando quindi presto anche quel lato li non sara’ piu’ cosi’ prevalente nella scelta di un PAD.
    O Apple si sveglia o perde soldi a valangate sino a quando non cambiera’ ancora una volta il vento e riprendera’ l’economia…SE mai riprendera’ come si pensa.
    E ammettiamolo…un S3 a 450 euro va’, un iphone 5 a 700 NO…devi proprio volerti fare del male.

    • Gianrico

      in realtà il prezzo proprio del SIII è 699€ che poi decidano di scontarlo pur di venderlo è un altro paio di maniche, ma va anche detto che parliamo di oggetti che tenuti in mano fan sentire tutte le differenze costruttive del caso.
      Quanto a ciò che salva iOS dalla concorrenza oltre alle app è la enorme sicurezza che con Apple si ha rispetto ad app come quelle sviluppate per Android. Oh, già Android con una grafica da metà anni Ottanta…

  • Vogliamo mettere che oltre la crisi,molte persone sono rimaste senza lavoro,oppure in Cassa Integrazione ?