Quando Steve Jobs regalava le Porsche per ringraziare i suoi venditori

Steve Jobs Porsche

Steve Jobs non era di certo famoso per il suo carattere accondiscendente con i dipendenti, anzi, molte volte veniva descritto come un tiranno. Questo perché cercava di mettere sotto pressione le persone che lavoravano per lui in modo da trarne il meglio. Una strategia che portò a tanti frutti. Chi imparava a conoscerlo, infatti, riusciva a convivere con questo suo lato caratteriale.

L’ex CEO di Apple, però, era anche una persona di parola e per tale motivo un giorno regalo una Porsche a un suo ragazzo di 23 anni. Tutto iniziò quando decise di regalare un’auto sportiva a chi avesse venduto il maggior numero di Mac in un anno negli Stati Uniti.

Così un giorno si trovò a cenare con Craig Elliott che all’epoca lavorava per un negozio di computer. Elliott si era dimostrato il miglior venditore di Mac in America e per tale motivo aveva raggiunto l’auto lussuosa. Quando fu a cena con Steve Jobs, il capo gli chiese quanti computer avesse venduto e lui rispose candidamente 125.

Jobs non fu entusiasta della notizia, si aspettava che ne fossero stati venduti molti di più. Fortunatamente il resto della cena continuò senza tanti dissapori.

[via businessinsider]