Authority: i gestori dei locali non sono responsabili delle reti WiFi

WiFi ZoneAvete un bar, un locale commerciale, una discoteca o altro luogo dove le persone possono entrate per effettuare acquisti? Se volete offrire la rete Wi-Fi ai vostri clienti, in modo da invogliarle ad entrare e navigare mentre fanno acquisti, attivate pure le vostre reti perché da oggi non sarà più necessario raccogliere dati sulla privacy e far firmare alcunché.

Il Garante sulla privacy, infatti, ha stabilito che con il decadimento del decreto Pisanu, avvenuto nel 2010, la legge solleva da qualsiasi coinvolgimento gli esercenti in caso di utilizzo fraudolento della rete. Con l’interpretazione precedente, infatti, se l’utente accedeva alla rete e la utilizzava per effettuare illeciti, come per esempio minacciando qualcuno o navigando in siti inappropriati, l’esercente poteva essere considerato responsabile.

L’Authority, invece, con una nota inviata al FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) ha confermato che gli esercenti sono liberi da qualsiasi coinvolgimento nell’uso della rete. Ora basterà un po’ di informazione e attendere che le reti Wi-Fi si diffondano negli esercizi commerciali. Tra non molto andare in un bar e controllare la posta mentre si beve un caffè potrà diventare un’attività molto comune.

[via repubblica]

  • dataghoul

    aspettate a gioire, che se i fascistelli de noantri vincono di nuovo le lezioni, ci mettono dieci minuti a ripristinare il decreto Pisanu e torna tutto come prima…