Social Media Week: giorno 4

Social Media WeekChe età serve usare il computer? Per mandare una email e per leggere questo blog? Quanti anni bisogna avere per aprire e gestire un blog? Molte persone vedono internet e gli strumenti che servono ad usarli, tra computer e smartphone, come un qualcosa accessibile solo tra i più giovani. Una sorta di parco giochi avanzato per le giovani età. Di certo chi nasce in un ambiente dove gli strumenti sono facili da reperire è agevolato, soprattutto se da giovane hai la possibilità di assorbire come una spugna le informazioni provenienti dagli aggeggi luminosi che emettono suoni.

La rete, però, è accessibile anche dalla terza età. Se n’è parlato alla Social Media Week dove è stato dimostrato che gli anziani amano internet. Amano tenersi in contatto con i propri cari con Skype, postare le foto degli animali domestici su Facebook, leggere le notizie su Twitter e caricare le foto dei nipoti in un dispositivo.

Gli anziani amano tutte queste cose, ma devono essere formati perchè di solito nessuno lo fa. Anche noi non siamo nati imparati e tutti ci siamo trovati almeno una volta a premere lentamente dei tasti su una tastiera prima di imparare a non vedere la tastiera. Tutti ci siamo trovati con gli occhi spalancati di fronte all’interfaccia di Facebook prima di imparare ad usarla. Ci siamo domandati cosa servisse Twitter prima di usarlo e a chiederci come si allegassero i file a una email.

Per questo motivo Telecom, per esempio, ha realizzato il progetto Navigare Insieme per insegnare agli anziani a navigare ed usare gli strumenti disponibili. C’è un bacino di persone che vuole entrare in contatto con l’autostrada della rete e se ci riuscirà farà bene a tutti. L’Italia, come nel resto d’Europa, è un Paese dove la terza età copre una fetta demografica molto ampia. Coprire quella parte di popolazione permetterà la crescita dei servizi e spingerà tantissimi settori, tra le istituzioni in primis, a comprendere quanto sia fondamentale digitalizzare tantissime pratiche che oggi sono in fase di evoluzione. Dal pagamento delle bollette fino al ritiro del denaro della pensione. Favorirà il passaggio al denaro elettronico e lo snellimento della burocrazia.