L’Unione Europea inizia ad investire sul 5G

UE 5G

In questo periodo si parla molto di reti LTE, questo perché in Italia gli operatori iniziano a diffondere i loro piani commerciali e a coprire un numero maggiore di città. Come sappiamo attualmente le reti LTE, chiamate anche 4G, riescono a navigare fino a 100 Mbps.

Secondo alcuni piani entro i prossimi anni andranno alla velocità di 300 Mbps. Una potenza così elevata da coprire qualsiasi necessità di avere una connessione veloce. Ma la tecnologia non si fermerà qui, entro il 2020 si partirà con la costruzione delle reti 5G.

Non è una mia previsione, ma è un’idea dell’Unione Europea che ha deciso di investire 50 milioni di euro sul futuro protocollo. Ma in cosa consisterà? Al momento non lo sappiamo, anche perché nessuna specifica ufficiale è stata ancora depositata. In altre parole, come ha anche detto il vicepresidente della commissione europea Neelie Kroes, il protocollo prima o poi arriverà e l’Europa vuole essere la capostipite nello sviluppo di queste tecnologie.

L’Europa investe denaro su una piattaforma che non ancora esiste per poterla poi diffondere nel mondo quando sarà pronta. Ma forse non era meglio investire sull’attuale tecnologia per la incrementarne la diffusione? E a quanto andranno le reti 5G, a 1 Gbps?

[via europa]