Poliziotto denuncia suo figlio per aver fatto troppi acquisti In-App

frode In App

Qualche giorno fa si è conclusa la class action nei confronti di Apple in cui la si accusava di non aver posto un sistema di sicurezza per evitare gli acquisti In-App. Alcuni bambini, infatti, premendo ripetutamente sui potenziamenti all’interno delle applicazioni hanno portato al pagamento di cifre molto elevate.

La società ha rimborsato buona parte di questi acquisti ma, in alcuni casi, gli avvocati hanno ritenuto che gli acquisti fossero stati effettuati lecitamente. È il caso del figlio di Doug Crossan, un poliziotto inglese. Il tredicenne, infatti, effettuò oltre £ 3700 in acquisti con il sistema In-App.

Apple ha ritenuto il rimborso non idoneo in quanto il ragazzino, avendo 13 anni, ha tutte le facoltà di comprendere le azioni in essere. Per tentare di ricevere ugualmente rimborso, però, suo padre ha dovuto denunciare suo figlio per frode per attivare il circuito di rimborso della carta di credito.

Suo figlio ora rischia di essere processato e mandato in prigione per aver rubato £ 3700 a suo padre. Chissà se il giudice comprenderà le dinamiche e chiuderà un occhio.

[via dailymail]

  • Ricky

    Inutile dire che se Apple ci guadagna alla fine fa finta di nulla, e’ talmente chiusa e ferrea nel filtrare cio’ che non la ispira che viene facile pensare ad una certa connivenza.
    Sarebbe stata assai piu’ credibile se avesse imposto sin da subito delle regole tanto ferree quanto quelle che di solitomette in campo per preservare i suoi interessi.
    Mi ricorda la pubblicita’ del gioco d’azzardo…GIOCA RESPONSABILMENTE…! E la gente si rovina comunque non essendoci un reale controllo per impedirlo.
    E se qualcuno pensa che sia giusto massacrare un malato di gioco, malattia ben conosciuta da anni, allora vuol dire che si puo’ legalizzare qualsiasi cosa…tanto a noi checcefrega? Cavoli suoi.

    • karooo

      questo è un gap di una intera cultura capitalista .. imputarlo ad apple è come imputare l’olocausto al soldato giapponese sull’isola deserta.

      Questo è comunque il padre dell’anno. Sporco la fedina penale di mio figlio minorenne (Ricordo che i reati in minore età negli USA sono segretati ma non spariscono) per riavere 3K dollari … forse non si rende conto che la cosa influirà nella sua vita, in primis la scelta del college.

      • Il fatto è avvenuto in Gran Bretagna