Il broker che speculò con 1 miliardo in azioni di Apple si dichiara colpevole

Apple valore in Borsa

Lo scorso ottobre vi parlai del caso di David Miller, un broker che lavorava per la società Rochdale Securities. Alla vigilia della diffusione dei dati trimestrali di Apple, il broker ebbe una malsana idea: fingere di aver ricevuto l’ordine di acquisto di 1.625.000 azioni di Apple anziché 1.625 come avvenne in realtà.

L’obiettivo di Miller era quello di cavalcare l’eventuale aumento delle azioni che doveva verificarsi a seguito della diffusione dei dati trimestrali. Peccato, però, che le azioni calarono sensibilmente portando quell’investimento, dal valore di circa 1 miliardo di dollari, a calare di 5,3 milioni di dollari in pochi minuti.

La società Rochadale Securities, accortasi dell’operazione non autorizzata, fermò Miller licenziandolo poi successivamente a novembre. Peccato, però, che quell’operazione e la conseguente perdita hanno portato alla chiusura dell’azienda.

Dichiaratosi colpevole di fronte alla giuria, Miller ha richiesto il patteggiamento per tentare di spostare verso il basso la condanna potenziale di 25 anni di carcere ad un massimo di 8. Ora la parola passa al giudice.

[via reuters]