Apple voleva Goodreads ma Amazon si è mossa velocemente

iBookstore

Lo scorso marzo Amazon ha acquistato Goodreads, un social network basato sulla condivisione delle informazioni sui libri che occupa circa 16 milioni di persone. Prima della trattativa con la società del Kindle, però, i manager di Goodreads avrebbero conversato con Apple.

L’indiscrezione proviene dal Wall Street Journal che cita fonti ben informate riguardanti la trattativa. La società di Cupertino voleva il social network da integrare all’interno della iBookstore, in modo da attivare un circuito simile a quello utilizzato dal defunto Ping per la musica.

Le trattative, però, raggiunsero uno stallo molto probabilmente per via della somma di denaro richiesta dal social network e dalle garanzie da offrire ai manager. L’accordo con Amazon, infatti, avrebbe portato un esborso di circa 200 milioni di dollari una cifra che Apple difficilmente avrebbe sborsato.

La società dell’iPhone, infatti, preferisce acquistare le piccole startup per poter sviluppare i progetti dall’interno.

[via wsj]