Recensione dell’iPad Suit, la custodia Made in Carcere di VaVeliero

ipad-suit01

In commercio esistono tantissime custodie disegnate per l’iPad. Poche, però, provengono da un processo artigianale di un lavoro fatto a mano. Ancora meno, inoltre, sono le custodie artigianali Made in Italy. Se cercate una custodia artigianale italiana la risposta potrebbe essere l’iPad Suit.

Questo modello è nato in collaborazione con l’associazione Made in Carcere che aiuta i detenuti ad avere una seconda possibilità impegnandoli in lavori di produzione di manufatti. L’iPad Suit, infatti, è realizzata con stoffe di scarto che prenderebbero la via del macero.

Il loro impiego permette di creare questo modello molto carino. Compatibile con tutte le versioni di iPad prodotte fino ad oggi, è composto da due lati: il retro possiede alcune fasce che permettono di inserire la mano e posizionare bene le dita per tenere ben salda la custodia con una sola mano. Il davanti, invece, ha una copertura Lycra.

Questa copertura è formata da alcune bande oblique in cui inserire il dispositivo per tenerlo fermo. Un’apertura centrale, inoltre, permette di inserire il tablet all’interno per proteggerlo da polvere e graffi durante il trasporto.

Il processo di costruzione della custodia prevede la raccolta degli scarti del tessuto da parte di un camper che li porta, successivamente, nei carceri del progetto per la cucitura. Il risultato è una custodia molto soffice e pieghevole.

Disponibile nelle varianti nero-arancione, blu, jeans-bianco e grigio-nero si può acquistare nel sito di VaVeliero per € 39,99.