La strategia dell’iBookstore spiegata da Steve Jobs a James Murdoch

email steve jobs

Molti pensano a Steve Jobs come un genio e un visionario. Era sicuramente queste cose, ma era anche l’amministratore delegato di una multinazionale e per tale motivo curava gli interessi economici dell’azienda. È un fattore che si evince da un’e-mail mandata a James Murdoch, figlio di Rupert Murdoch, CEO di News Corp.

James,

La nostra proposta non è impostare un limite massimo per il prezzo degli eBook nei negozi in base ai prezzi di ciascun libro di carta. La ragione per cui facciamo questo, dettata dal fatto che vendiamo tantissimi contenuti on-line, è semplicemente il fatto che non pensiamo che il mercato degli eBook possa avere successo con un prezzo superiore ai $ 12,99 o $ 14,99. Dannazione, Amazon sta vendendo questi libri per $ 9,99, e forse sappiamo che potrebbero avere ragione e sbaglieremmo a fargli pagare $ 12,99. Ma siamo disposti a provare ai prezzi proposti. Non siamo disposti a provare a prezzi maggiori perché siamo piuttosto sicuri che falliremo.

Da come la vedo io, HC ha le seguenti scelte:

1. Appoggiare Apple e vedere se possiamo fare in modo da creare un mercato generale per gli eBook a $ 12,99 e $ 14,99.

2. Appoggiare Amazon a $ 9,99. Potresti fare un po’ più di denaro nel breve periodo, ma nel medio periodo i termini di Amazon ti faranno notare che vi gireranno il 70% dei $ 9,99. Anche loro hanno degli azionisti.

3. Eliminare i tuoi libri da Amazon. Senza una via per scaricarli legalmente, i tuoi clienti li pirateranno. Questo alimenterà la pirateria e una volta azionata questa leva sarà difficile fermarla. Credimi, ho visto questa cosa accadere con i miei occhi.

Forse dimenticato qualcosa, ma non vedo altre alternative. Tu?

Saluti,

Steve.

Come vedete, quindi, Steve Jobs suggeriva di provare a portare il mercato ad un livello tra i $ 12,99 e $ 14,99 oppure utilizzare gli stessi prezzi applicati da Amazon. A quanto pare le cose sono andate verso la seconda strada.

[via allthingsd]