iOS 7 e il bluetooth un po’ più aperto

RunKeeper Pebble

Per frenare dalla nascita il mercato della pirateria, ed evitare che gli utenti scambiassero tra di loro dei video e delle foto potenzialmente coperte da copyright, Apple ha da subito posto dei limiti al bluetooth dei suoi iPhone, iPad e iPod touch.

Gli utenti che hanno avuto un dispositivo con iOS si sono accorti sin da subito che il prodotto non permetteva di scambiare file con altri telefoni. Un limite che è stato tamponato nel tempo, anche se limitatamente, con le applicazioni sviluppate da terzi.

Fortunatamente con iOS 7 questi limiti vanno leggermente a cadere. Non si possono ancora scambiare i file liberamente con altri dispositivi, anche se con AirDrop è possibile farlo con tutti i documenti non coperti da copiright. La vera novità consiste nel supporto del bluetooth per il Centro Notifiche.

Le applicazioni di terzi parti possono utilizzare le notifiche che appaiono all’interno di quella sezione per rimandarle ad accessori esterni, per esempio come per lo smart watch Pebble. Questo può anche indicare che la società stia lavorando sul serio un suo orologio intelligente e abbia portato avanti il lavoro attraverso l’integrazione di questa funzione.

Con il nuovo sistema non c’è più il limite dell’applicazione aperta e in background, anche perchè dopo 10 minuti di inattività l’app veniva chiusa dal sistema operativo. Ora le notifiche funzionano senza dover utilizzare l’app nei tempi stabiliti, permettendo di non perdere nessuna notifica.

[via bluetooth]