SmartThings, un accessorio per la domotica in casa con l’iPhone

SmartThings

Fino a qualche anno fa il settore della domotica era basato su dei sistemi abbastanza costosi che prevedevano la costruzione di un’unità centrale per l’abitazione. In pratica in fase di costruzione della casa, al fine di renderla intelligente per far interagire gli elementi elettronici presenti l’interno di essa, bisognava costruire anche tutto l’impianto domotico.

Con il passare degli anni, però, abbiamo notato che la tendenza è in realtà riservata a dei piccoli oggetti che utilizzati tra di loro permettono di aggiungere la domotica nella propria abitazione. In questo modo non sarà necessario effettuare dei lavori per la costruzione di un impianto centrale, basterà far comunicare tra di loro alcuni componenti.

È quello che ha come obiettivo lo SmartThings, un progetto che prevede la costruzione di un’unità centrale da collegare alla rete Wi-Fi al fine di far comunicare altri accessori. Questi accessori vanno acquistati singolarmente prevedono tantissime unità come quella da collegare l’interruttore di un oggetto, il sensore di movimento per comprendere se qualcuno è in casa, un sistema di allarme, una serratura speciale per le porte e così via.

Una volta collegata all’unità centrale alla rete Wi-Fi e scaricata l’applicazione gratuita all’interno del proprio iPhone, sarà possibile  installare delle mini applicazioni in grado di permettere l’attivazione di tante funzioni. Si può, per esempio, fare in modo che il sensore di movimento chiuda la porta automaticamente quando usciamo di casa, oppure accendere le luci a distanza, spegnere la tivù automaticamente quando si lascia una stanza e così via.

Al momento lo SmartThings è in pre-ordine. Il prezzo previsto per la vendita dovrebbe essere $ 199, ma sarebbe carino vedere una sezione dedicata a questo tipo di oggetti all’interno di ogni catena di elettronica.