Flurry: gli utenti si fanno piacere le app se sono gratuite

Flurry app pagamento

Gli utenti amano pagare o non pagare le applicazioni? Ovviamente nessuno ama pagare qualcosa e la tendenza è avere tutto gratis. Un sistema che ovviamente non può essere possibile poiché è come vedere il vostro datore di lavoro chiedervi di fare tutto il possibile in ufficio e poi a fine mese non pagarvi neanche un centesimo. Sarebbe insostenibile.

L’agenzia Flurry ha monitorato 350.000 applicazioni dal 2010 al 2013 arrivando alla conclusione che tra un’applicazione gratuita e una gratuita con la pubblicità l’utente sceglie quella senza pubblicità, mentre tra una gratuita con la pubblicità e una a pagamento l’utente sceglie quella gratuita con la pubblicità.

In altre parole l’utente mira sempre ad avere tutto e desidera non offrire niente. In media, secondo questa analisi, è l’utente iPad ad essere il più generoso pagando in media $ 0,50 per ogni applicazione scaricata, contro $ 0,19 degli utenti iPhone e i $ 0,06 degli utenti Android. In altre parole l’utente iOS è più generoso di quello Android.

Sono tutte tendenze che gli sviluppatori dovrebbero avere sempre a mente. La soluzione ideale, credo, sia quella di offrire la possibilità di eliminare la pubblicità pagando una quota con il sistema in-app.

Alcune info tratte da: flurry