Her, un film vero dove un uomo si innamora di un’assistente virtuale

Con Siri abbiamo visto l’inizio della diffusione delle assistenti digitali all’interno degli smartphone. Al momento siamo ancora nelle fasi iniziali in cui capita che l’assistente non capisca la richiesta dell’utente. Nonostante questo, grazie all’utilizzo della semantica, l’assistente comprende anche le frasi ironiche rispondendo a tono.

In futuro, però, l’assistente digitale potrebbe diventare sempre più intelligente e preciso sino a portare ad una sorta di voce umana in grado di comprendere l’umore dell’utente e attivare una conversazione al pari di quella gestibile con un essere umano reale. Questo principio è alla base del nuovo film “Her” di Spike Jonze.

Il protagonista è l’attore Joaquin Phoenix che interpreta la parte di Theodore, un uomo che inizia a conversare con l’assistente digitale del suo smartphone fino ad attivare un rapporto di fiducia che si trasformerà in un vero e proprio amore. Il film pone l’accento su un problema che potrebbe nascere in futuro: vedere le persone fidarsi di un personaggio virtuale anziché cercare una relazione con quelle reali.

La voce dell’assistente digitale all’interno del film è di Scarlett Johansson, il che lascia comprendere come sia nato l’amore. La distribuzione di Her è prevista al momento delle sale cinematografiche americane per il prossimo 20 novembre.