Private WiFi, un’app protegge la navigazione quando si usano i WiFi pubblici

Private WiFi

Dite la verità, anche voi come me temete che ci sia qualcuno dietro uno schermo in grado di ricevere l’elenco dei siti visitati e le password digitate quando si utilizza un WiFi aperto. Probabilmente sono solo degli allarmismi infondati, ma il sospetto che accada c’è sempre. Secondo un’indagine svolta dall’Identity Theft Resource Center, infatti, il 37% delle persone usano un WiFi pubblico ogni giorno. Di queste l’85% visitano i social network e il 71% leggono la posta, ma spesso si visitano anche dei siti delicati come quello della banca.

Per proteggere la propria navigazione Private Communications ha realizzato l’applicazione Private WiFi. Tramite la generazione di una schermatura a 128 bit, lo stesso livello di criptazione utilizzato da molte società finanziarie, tutto il traffico viene criptato per proteggere la natura dello scambio dei dati. Per usare il sistema basta attivare l’applicazione prima di navigare.

Private WiFi pesa 19,7 MB e si scarica gratis dall’App Store. Funziona sia su iPhone che su iPad. Per utilizzarlo bisogna comprare dei pacchetti: quello da 1 GB di protezione costa 1,79 €, mentre 10 GB costano 6,99 €. Ovviamente non si tratta di traffico aggiuntivo a quello offerto dal vostro operatore, ma del traffico generato nel filtraggio dei dati.