Diventa un esperto di Google Maps con 10 consigli

Google Maps iOS

Il servizio di Google Maps ha sicuramente rappresentato una rivoluzione nel settore web, prima, e telefonico dopo. Ricordiamo che la prima applicazione a supportarlo era presente all’interno del primo iPhone ponendo fine, improvvisamente, all’annoso problema della lotta tra la propria virilità e la capacità di fermarsi e chiedere informazioni ai passanti.

Un’attività che ormai svolgiamo quotidianamente per raggiungere delle mete, segnalare dei posti agli amici, cercare dei punti di interesse, organizzare degli eventi e molto altro. Ma come si può diventare esperti del sistema? Ecco 10 consigli per poter dire agli amici “so una cosa su Google Maps che tu non sai”.

  1. il nuovo Google Maps integra le ricerche intelligenti. Potrete scrivere nel box di ricerca “un bar a Roma” oppure “una stazione dei taxi a Milano” per ricevere tutte le indicazioni in merito.
  2. Le ricerche possono anche essere localizzate. Basta visualizzare una sezione di mappa e scrivere “attività divertenti“* o ”cena con la famiglia*” per ricevere le indicazioni in quell’area.
  3. Volete vedere tutte le attività presenti su una mappa? Digitate * nella barra di ricerca per avere tutti i risultati disponbili.
  4. Nella visualizzazione di un percorso potete segnalare tappe intermedie spostando il percorso stesso. Basta trascinare un pallino bianco della linea blu del tragitto e trascinarlo sul punto desiderato.
  5. Per salvare in locale quella sezione di mappa basta digitare “ok maps” nella barra di ricerca. Potrà essere vista in off line fino al caricamento di una nuova mappa.
  6. Con la nuova versione potrete condividere il risultato di una ricerca semplicemente copiando l’url del browser. Non sarà necessario generare un link ad hoc.
  7. Nelle app per iOS e Android è possibile fare lo zoom con un solo dito. Basta fare un doppio tap sullo schermo, ma nel secondo tap non bisogna alzare il polpastrello. Spostando a destra e a sinistra sul display si ingrandisce e rimpicciolisce la mappa.
  8. Se utilizzate Google+ potrete leggere i consigli dei vostri contatti e, a vostra volta, lasciarne di nuovi.
  9. Se non conoscete il CAP di una zona basta visualizzare una strada, premere sopra per qualche secondo e un markup rosso indicherà anche il codice di avviamento postale.
  10. Se una zona è errata, contiene punti di interessi errati o mancano elementi potrete aggiungerne voi stessi con Map Maker, un servizio attivo anche in Italia.

Questo è quanto. Se scoprite altri trucchi segnalateceli pure nei commenti.