Recensione della Bluelounge Kii, la chiavetta con porta Lightning

[SlideDeck2 id=69784]

Purtroppo utilizziamo lo smartphone costantemente durante la giornata. Mentre i telefonini di un tempo erano usati solo per mandare SMS e gestire le telefonate, con l’iPhone siamo costantemente collegati ad Internet, giochiamo, effettuiamo streaming video, controlliamo i social network e così via. Usiamo lo smartphone costantemente, molto più di quando possiamo immaginare.

Quest’uso porta la batteria a perdere la sua autonomia molto presto durante la giornata. Per tale motivo bisogna munirsi di accessori esterni. Bluelounge, per esempio, non offre una batteria esterna, ma un adattatore: un piccolo accessorio che serve a ricaricare l’iPhone e l’iPad da una porta USB.

Visto che le porte USB sono diffuse ovunque, dai computer fino ai caricabatterie, non dovrebbe essere difficile trovarne una in caso di emergenza. Il modello Kii di Bluelounge è a forma di chiave e, in effetti, va trasportata come una chiave attaccata al portachiavi.

Nella confezione, dalle dimensioni contenute, è presente l’adattatore, un anello con un ciondolo Bluelounge e la testata da attaccare al portachiavi. La testata, secondo me, è troppo grande e poteva essere prodotta con delle dimensioni più ridotte. Di certo la forma attuale è più robusta. Sul retro c’è una levetta che permette di staccare l’adattatore e riattaccarlo.

L’adattatore è formato da due estremità: una porta Lightning e una porta USB. La porta Lightning è la parte che va ad essere agganciata nella testata. Volendo, però, è possibile ordinare anche il modello con il connettore a 30 pin. La sezione centrale dell’adattatore, la parte che divide le due estremità, è flessibile, in modo da rendere facile l’utilizzo in alcune occasioni.

La Kii non è indicata per i computer fissi, poiché attaccando l’adattatore all’iPhone bisognerebbe lasciare il dispositivo penzoloni e ciò non è molto prudente, mentre funziona bene con il caricabatterie di Apple e le porte USB dei portatili. Siccome lo si può trasportare sempre con se, con il portachiavi, diventa utile perché utilizzabile in qualsiasi momento.

Kii diventa un accessorio importante alla luce della decisione di Apple di non conformarsi alla scelta europea di diffondere la porta microUSB. La società vende degli adattatori microUSB, venduti a caro prezzo, per porte Lightning. Di sicuro le porte USB sono più diffuse delle porte microUSB, quindi in fin dei conti sopperire alla mancanza di cavi Lightning potrebbe essere un’esigenza importante. Forse fino a qualche anno fa la grande diffusione di cavi per connettori a 30 pin rendeva superfluo l’acquisto di questo accessorio.

Kii si può acquistare sul sito di Bluelounge per 19,95 € nella versione con connettore a 30 pin e 39,95 € nella versione con porta Lightning. Ovviamente l’accessorio è certificato da Apple e funziona ufficialmente su iPhone e iPad.

  • b4rtman

    Se apple avesse rispettato ed utilizzato uno standard già esistente come mini USB adesso tutte queste minchiatelle non servirebbero perché in quasi ogni casa si trova un cavetto mini USB e non resteremmo mai senza carica nell’iPhone.

  • Gabriele Profita

    40 euro per caricare un cellulare ma per favore!!
    Rispettate le normative europee e con 5 euro scarsi vi fate un cavetto micro USB.

  • Ricky

    Pensateci bene…SE rispettassero le normative non potrebbero creare cavetti con chip dentro e renderli non duplicabili, vendenoli a prezzi assurdi e fare ricarichi indecenti.
    Questo lato della politica Apple mi ha sempre infastidito perche’ e’ quantomeno eticamente scorretto.
    Dovrebbe avere porte mini o micro usb e non la e”SUE” speciali ma come potete vedere se ne infischia delle normative, almeno sino a quando qualcuno non le spara multoni in denaro da farle perdere il sorriso…allora non le conviene piu’ e cambia…etica o non etica.
    Certo che doversi sempre soffermare su queste cose vuol dire che in generale se non punisci in modo adeguato qui tutti cercano di fregarti….il che a mio avviso e’ un vero schifo.

    • claudio24012

      Ogni azienda prende le proprie decisioni.

      • Ricky

        Quindi!? Se fossero punite per queste decisioni, ogni azienda ne prenderebbe di piu’ intelligenti…

      • claudio24012

        Se il connettore proprietario di Apple è stato commercializzato significa che c’è la possibilità di farlo. Anche la Nokia negli anni, e ancora adesso, ha fornito diversi connettori per la ricarica. E comunque se uno è disposto si adegua altrimenti cambia. Io per esempio odio sia la mini che la micro usb perchè non le ritengo affidabili.