Chrome per iOS inizia a distribuire le funzione per ridurre il traffico dati

Chrome iOSRicordo tanto tempo fa, in cui Opera si posizionò sul mercato come browser in grado di comprimere il traffico dati di navigazione. Erano tempi in cui gli operatori offrivano solo pochi MB di traffico mensili e tutto acquistava un senso. Oggi fortunatamente i MB sono diventati GB e il problema navigazione dal browser non è più un problema, anche perché buona parte del traffico viene effettuata dalle applicazioni.

Se si è all’estero o è stato terminato il traffico mensile, però, fare i conti con la navigazione a pagamento degli operatori in 3G/4G potrebbe essere doloroso per le proprie finanze. A tal proposito Google sta distribuendo anche agli utenti iOS un tool di compressione dati. Per usarlo bisogna avere l’ultima versione di Chrome per iOS.

Lo strumento di compressione, rilasciato per Android a marzo, funziona solo sul traffico dati generato in Chrome. Permette di comprimere la navigazione tra il 50 e il 60% risparmiando nel traffico generato. Al momento la società sta distribuendo lo strumento di compressione progressivamente attraverso un invito.

La compressione riguarda le immagini JPEG, PNG, il codice HTML, i JavaScript e i CSS. Sperando che tutto questo non generi problemi di visualizzazione delle pagine. Chrome per iOS è gratis e si scarica nell’App Store.