iMessage arriva in Android con un’app non ufficiale

iMessage Android

Con l’introduzione di iMessage, in iOS 5, Apple ha attivato un sistema in grado di permettere l’uso di un servizio di messaggistica gratuito e disponibile tra gli utenti iPhone, iPod Touch, iPad e Mac. Usando un’integrazione invisibile, quindi senza chiedere alcuna operazione all’utente, si possono mandare messaggi, note audio, video e foto usando il traffico dati evitando, così, SMS e MMS.

Questo sistema ora è disponibile anche per gli utenti Android con un’applicazione non ufficiale. Lo sviluppatore Daniel Zweigart è riuscito a creare l’applicazione iMessage Chat che usa il protocollo di Apple. In questo modo gli utenti Android e iPhone potranno scambiarsi messaggi senza pagare alcunché.

L’idea è sicuramente molto interessante e probabilmente in via ufficiale non sarà mai realizzata. La società probabilmente preferisce spingere l’utente verso i suoi dispositivi per usare questo sistema, anziché permettere l’accesso a tutti. Inoltre resta in sospeso il fattore sicurezza.

Mentre su iOS Apple può garantire la totale sicurezza nello scambio dei messaggi, con l’app ufficiosa per Android questo non può avvenire. Non sappiamo se i dati di accesso all’Apple ID siano archiviati da qualche parte o se, peggio, i messaggi scambiati siano letti da qualcuno. Bisogna fare attenzione a questo genere di soluzioni.

  • mrtfm

    Non credo che ci sia nulla di pericoloso. é un client che accede ad iCloud così come faceva adium con iChat. Alla fine iMessage è una chat senza possibilità di chat di gruppo come whatsapp…

    • Arnaldo

      1 whatsapp può fare chat di gruppo
      2 Apple applica un controllo alle richieste in entrata per stabilire una comunicazione iMessage, in modo da averne il totale controllo (ed evitare prorpio client di terze parti). Per poter funzionare questo software prima gira le richieste di connessione ad un server in cina, che si prenderà la briga di fare apparire il tuo client android come imessage su mac mini. Da qui
      3 Non c’è nulla di pericoloso a mandare in pasto ad un server cinese le tue credenziali d’accesso ad un account collegato alla tua carta di credito e a tutti i suoi dispositivi apple?

      • mrtfm

        1. “senza possibilità di chat di gruppo come whatsapp” intendeva dire che whatsapp può. Questa non può fare come whatsapp. -> so benissimo come funziona whatsapp. Correggerò l’errore.
        2. non pensi che con due righe di codice sia possibile aggirare il “controllo alle richieste in entrata” facendo credere che il client è il client per iOs o per Mac e che sia più economico di noleggiare un server in Cina? (peraltro qui in questo articolo non è specificato che si faccia appoggio di un server in Cina).
        3. perché sbattersi a creare un app e pubblicizzarla con così tanto clamore per fregare account apple?
        Per fregare gli account ci sono millemila metodi, molto meno clamorosi. Non credo che questo sia il modo migliore.

      • Arnaldo

        Leggi l’articolo nella fonte e vedi come si parla di server in Cina