Ghost, la piattaforma blogging alternativa, è aperta al pubblico

Ghost Blogging

John O’ Nolan ha costruito blog per tante società, come Nokia e Easyjet. Per tale motivo ha deciso di prendere queste conoscenze e incanalare in un progetto. Quel progetto si chiama Ghost e ha portato alla creazione di una piattaforma di blogging.

Per finanziare il progetto John ha chiesto aiuto su Kickstarter dove ha raccolto oltre 196.000 sterline (circa 231.000 euro) pagando un team di sviluppatori. Ma cosa caratterizza questa piattaforma? Essenzialmente due cose:

  • L’editor in markdown che rende semplice scrivere i testi e caricare le foto.
  • Il sistema di statistiche in simil-infografica.

Ghost al momento non è maturo come WordPress che può contare su una community di milioni di persone, migliaia di plug-in e altrettanti temi grafici, ma di certo rappresenta un passo avanti per un nuovo progetto.

Dopo alcuni mesi di test ora il servizio è disponibile gratuitamente. Nel sito ufficiale ci si può registrare e scaricare Ghost per il caricamento su un proprio spazio web. Al momento l’installazione è ancora astrusa e servono diversi passaggi con il Terminale. La società, però, sta lavorando per fornire uno spazio sui loro server dove poter usare il servizio.

  • Luca

    Ciao Kiro! Hai provato questo servizio? Ho cercato di installarlo, ma mi dà problemi con il terminale. In pratica trascinando la cartella di Ghost nel terminale non mi apre l’altro pannello …

  • A_dAnnibale

    mezza giornata sul terminale di un vps per provarlo, purtroppo siamo molto lontani, e la scelta di attivare loro un servizio non mi piace molto, significa che sarà a pagamento se vorrai utilizzarlo seriamente. Inoltre temi e plugin inesistenti se confrontati con wordpress, l’idea è buona ma altro che acerbo, è ancora in una fase embrionale ed è ancora farraginoso considerando che l’ultima release di WordPress fa gli aggiornamenti in background da solo.