Un altro brevetto per Apple e il sistema di carica senza fili

brevetto carica senza fili

Con il lancio di recente dei nuovi iPhone e iPad Apple non ha aggiunto meccanismi di carica ad induzione, in uso presso altri produttori, nonostante stia considerando questa tecnologia da tempo, come dimostrano alcuni brevetti.

L’azienda sembra più interessata ad un altro tipo di sistema, che farà arrabbiare un po’ di persone. Questo sistema si chiama NFMR (Near Field Magnetic Resonance). In pratica si genera una sorta di mini campo WiFi che carica tutti i dispositivi muniti di un chip ricevitore.

In questo modo si raggiungono due obiettivi: si eliminano i cavi, anche quelli che servirebbero per alimentare il tappetino di ricarica, e si caricano più dispositivi contemporaneamente. Per avere questa tecnologia, però, bisognerà cambiare tutto il proprio parco hardware.

La società intende integrare il NFMR nei Mac, quindi per usarlo bisognerà comprare un nuovo iMac o MacPro. Anche i dispositivi mobili dovranno essere cambiati in futuro. Tutto questo porterà a spendere denaro.

Con il passare degli anni, e il passaggio naturale ad apparecchiature più recenti, tutti avranno il supporto a questo sistema. La domanda ora è: da quale data si partirà?