Snapchat

L'applicazione Snapchat, famosa perché consente di condividere foto che si auto distruggono dopo pochi secondi, è saltata alle cronache di recente per aver rifiutato un'offerta da 3 miliardi di dollari da Facebook. Un'offerta che probabilmente nessuno avrebbe rifiutato e che avrà mandato su tutte le furie i business Angel che l'hanno finanziata.

A questa arrabbiatura si aggiunge la grana di una falla nel database, che ha visto sottrarre 4,6 milioni di contatti tra numeri di telefono e username. Tutto il database è finito su un sito, ora eliminato, in un file chiamato SnapchatDB che permette di esportare il tutto in un file CVS con le ultime due cifre secretate. L'autore del database fa sapere che un sistema per rendere disponibili le ultime due cifre però esiste.

A nessuno fa piacere vedere i suoi dati spiattellati nella rete senza autorizzazione, soprattutto a nessuno piace che questi dati siano nelle mani di malintenzionati. Ora la valutazione dei 3 miliardi rischia di essere ridimensionata se ci sarà una fuga di utenti.

Leave a comment

Cosa ne pensi?