ClamCase Pro

Scrivere con una tastiera virtuale sulla’iPad Mini offre la stessa esperienza, a mio avviso, di quella provata con un iPad Air. Per dei testi brevi va più che bene, ma per scrivere molto è consigliabile utilizzare una tastiera fisica. Ridurre i tap sotto le dita e aggiungere la possibilità di sapere dove sono i pulsanti, abbassando la soglia di errore, può diventare un elemento importante.

In commercio esistono tante tastiere bluetooth. Ognuna di queste può essere associata ad un iPad. La cosa migliore, se viaggiate molto, è acquistare un modello della stessa grandezza del tablet. ClamCase, per esempio, ha realizzato una tastiera da usare come custodia: quando non è in uso serve a proteggere lo schermo.

La tastiera con iPad collegato misura 270,5 x 150,6 x 17,5 millimetri e hanno un peso di 395 grammi, quindi si aggiungono i 64 grammi della tastiera. La batteria permette 100 ore di autonomia o 6 mesi di standby. Si ricarica in circa 2 ore.

Il bluetooth, però, non è la versione 4.0, ma 3.0 consumando un po’ di energia in più rispetto alle recenti soluzioni. Il prezzo di vendita è di 129 dollari.

Lascia un commento

Cosa ne pensi?