vendite iPhone 5C

Credo che la vendita dell'iPhone 5C possa diventare un buon caso aziendale da utilizzare in vari ambiti. C'è molta discussione in merito. Tutto era partito dall'idea generare che il 5C servisse ad approdare nella fascia media del mercato. Ma un telefono venduto allo stesso prezzo dei top di gamma della concorrenza non è da fascia media, ma da fascia alta. Inoltre 100 € circa di differenza con il più blasonato e potente 5S non lasciano molto spazio alla scelta.

Allora a chi serve il 5C? Ai giovani ricchi? Agli abbonamenti? Al momento la risposta è ancora oscura, ma è certo che il modello è un flop, come ha anche tentato di giustificare Tim Cook in alcune uscite pubbliche. A tal proposito giungono anche alcuni dati ufficiosi. La società di analisi Mixpanel ha realizzato un report incrociando i dati di utilizzo di 194 miliardi di interazioni con le app, da settembre 2013 a marzo 2014, scoprendo che in questa galassia gli iPhone 5C sono appena il 6,34%.

Quindi Apple ha venduto 6,34% di iPhone 5C contro il 19,31% di iPhone 5S, 32,66% di iPhone 5, 23,94% di iPhone 4S e 16,43% di iPhone 4. Il 5C è il modello meno venduto di sempre e, secondo alcuni analisti, nei magazzini restano 3 milioni di unità vendute.

Apple non abbasserà i prezzi per collocarli, per evitare di stravolgere la sua strategia elitaria e confondere il mercato. Quindi vi dirò io come li collocherà. Abbasserà il prezzo alla presentazione del prossimo iPhone per sostituire i 4S. Il pasticcio però resta.

Join the Conversation

3 Comments

  1. “Nei magazzini restano 3 milioni di unità invendute ” 🙂 e non Vendute. Comunque resta il fatto che era meglio venderlo ad un prezzo minore,già da subito.

  2. “Quindi vi dirò io come li collocherà. Abbasserà il prezzo alla presentazione del prossimo iPhone per sostituire i 4S.” .. questo è automatico perchè il calo di prezzi all’uscita del nuovo modello è ormai una prassi..il fatto spiacevole è che apple poteva tranquillamente lasciare l’iPhone 5 a quella fascia di prezzo..quest’anno avrebbe venduto meno 4S e più iPhone 5, forse aumentando le vendite globali e accontentando gli acquirenti..la speranza è che l’anno prossimo venga deprezzato l’iPhone 5S e che non venga sostituito da un simil-iPhone in plastica anche lui.

  3. Io credo che parte dell’insuccesso del prodotto dipenda più dal pensiero generale delle persone che non dal posizionamento del prodotto a livello di prezzo. Nel senso che, prima ancora fosse lanciato, tutte le testate giornalistiche (cartacee e non) avevano dichiarato che il prezzo sarebbe stato inferiore ai cinquecento dollari (qualcuno azzardò addirittura l’ipotesi di un prezzo inferiore ai quattrocento), determinando di fatto nel lettore e potenziale cliente l’idea di un iPhone di fascia media. In secondo luogo, penso dipenda dall’uso della plastica, che per molti, moltissimi, è la stessa plastica di Samsung (per capirci). Invece no: è sì plastica, ma dentro è rinforzata in metallo e ha una serie di piccoli accorgimenti qua e là che, a detta di chi l’ha toccato con mano, determina una solidità veramente invidiabile. Inoltre, in tutte le recensioni, si afferma come il prodotto abbia una batteria più capiente, una velocità leggermente migliore e un audio più potente. Insomma, piccoli dettagli, ma pur sempre miglioramenti.

    Io non sono sconvolto dal prezzo, anche perché ho notato che, non vendendo, i negozi (per esempio gli ipermercati, ma non solo) hanno portato il prodotto a 499 euro di tanto in tanto. Poi, se vogliamo essere pignoli, il prezzo non è ingiustificato: se Apple avesse lasciato a listino il 5, lo avrebbe deprezzato a 629 euro, come era successo nel passaggio da iPhone 4S a 5. Il fatto che lo si ritenga un prodotto “costoso” (in senso assoluto lo è, in rapporto al prodotto iPhone, no) è perché c’era l’effetto novità (che, con il 5, non ci sarebbe stata, rendendo più digeribile la riduzione di prezzo) e perché i sedicenti giornalisti e analisti andavano blaterando di un iPhone economico. Quindi, a cambiare, è esclusivamente l’estetica, che ha prediletto un guscio in policarbonato rispetto a quello in alluminio e vetro (pur rimanendo quest’ultimo nella copertura della fotocamera e all’anteriore).

    Sicuramente Apple ha avuto un buon motivo per introdurlo, e io penso sia perché vuole avere due grandezze di schermo diverse al lancio dell’iPhone 6. È anche vero che, in questo momento, il 5C sta giocando il ruolo dell’iPad mini di prima generazione al suo lancio: un prodotto ottimo, ma castrato da hardware non al passo (anche se per il 5C non è esattamente così) e da un prezzo in proporzione elevato (cosa non vera, come ho scritto sopra).

    In sostanza, per me, iPhone 5C ha un prezzo allineato al brand iPhone e una sua ragione d’essere 🙂

Leave a comment

Cosa ne pensi?