Google affida il progetto Glass a Tony Fadell, padre dell’iPod

Tony FadellDalle mie parti si direbbe “e ora abbracciala tu questa croce”, per indicare il passaggio di un problema spinoso. Considerando che Google ha acquistato la sua società, Nest, per 3,2 miliardi di dollari, credo sia anche in diritto di affidargli questo bel fardello da sostenere.

Tony Fadell, tra i padri dell’iPod, dovrà vedere cosa fare con il progetto. La società di Mountain View, dopo anni di sperimentazioni, ha deciso di fermare lo sviluppo. Probabilmente gli occhiali interattivi, che sono stati venduti per circa 1.500 dollari agli sviluppatori, non vedranno mai la strada della vendita pubblica. È più probabile che le tecnologie siano concesse in licenza ai produttori di occhiali e accessori.

Purtroppo i limiti come l’autonomia, i rischi per la privacy e la stanchezza causata da ore e ore di uso continuo, non hanno fatto ben sperare per il decollo.

Fadell dovrà gestire la divisione Nest, che si occupa della domotica, e ora anche del progetto Glass. Ivy Ross, ex capo del progetto, resterà nel team con il ruolo di “guida strategica”, un modo carino per non essere assunto dalla concorrenza.

Alcune info tratte da: wsj