BlackBerry: che Apple conceda iMessage a tutti

iMessage

Dopo aver perso lo scettro di regina degli smartphone negli USA, BlackBerry è tornata ad offrire strumenti per le aziende e tentare di riconquistare delle quote di mercato. I suoi servizi sono sicuramente qualitativamente elevati. Per anni, e ancora oggi, migliaia di istituzioni utilizzano il sistema di messaggistica di BB perché fornisce un grado di sicurezza elevato.

A tal proposito John Chen, CEO di BlackBerry, ha pubblicato un suo intervento in merito alla Net Neutrality, cogliendo la palla al balzo lanciata da Obama, che ha evidenziato l’importanza di questo argomento. Internet deve essere accessibile, compresa la sua velocità, indipendentemente dal servizio offerto.

Chen ha dichiarato che non tutte le aziende guardando alla Net Neutrality. BlackBerry fornisce il suo servizio di messaggistica su tutte le piattaforme, mentre Apple obbliga ad usare iMessage solo su iOS.

Se Apple avesse a cuore la Net Neutrality fornirebbe iMessage anche ad Android, BB, Windows Phone e gli altri sistemi. Alla luce della lentezza di WhatsApp nell’integrare funzioni, a questo punto io sono d’accordo con Chen. E voi?

One Comment

  1. Sinceramente no. La neutralità non passa attraverso servizi esclusivi che i produttori offrono a chi acquista il proprio dispositivo. Inoltre mi pare di capire che ogni casa produttrice debba creare la propria app per ogni sistema. Ma è davvero possibile costringere un’azienda a investire soldi su un mercato di nicchia che non porta ricavi? Chi sceglie quali OS devono ricevere le app e quali no??

Cosa ne pensi?