Gli screenshot dell’App Store ora dovranno coprire le cose pericolose

App Store censura oggetti

Molte volte fanno discutere alcune regole di Apple, soprattutto quando fermano il lavoro di mesi di alcuni sviluppatori e questi si arrabbiano. L’obiettivo della società non è rompere le scatole agli sviluppatori, ma evitare le cause milionarie. Basta un minimo errore per aprire i cancelli degli sciacalli, e vederli correre per arraffare denaro dalla società di elettronica più ricca del mondo.

Una delle norme prevede l’indicazione dell’età minima consentita per accedere a dei contenuti. Per esempio un gioco dove si fanno esplodere delle persone è poco indicato per i bambini di 4 anni. Per questo motivo, la società ha deciso di far applicare una norma che esisteva da tempo, ma di cui si era ignorata l’esistenza. La regola 3.6:

Le applicazioni con icone, screenshot e anteprime non consigliate ai bambini di 4 anni saranno rifiutate.

Cosa significa questo? Significa che nella scheda dell’applicazione, anche se è indicata l’età minima per installare l’app, non devono esserci immagini pericolose per i bambini. Tutto questo è ovviamente logico.

Se devo aprire una scheda per sapere se un’app è adatta ai bambini e questa scheda mi dice no, perché bisogna averne almeno 12, diventa un po’ inutile se nel frattempo mi mostra immagini non adatte.

Per questo motivo le immagini inerenti armi, morti, scene osé e cose del genere dovranno essere evitate o oscurate nelle schede delle app.