L’app di Widiba, l’esperienza utente liquida

Widiba app

C’è qualcosa di più noioso nel fare una fila per uno sportello di una banca? Bisogna attendere del tempo e, fateci caso, d’avanti a voi capiterà sempre la persona dalle mille domande, dai mille dubbi, che non ha mai nulla a portata di mano, con la necessità di scavare nelle tasche o nella borsa. E lì, che vi attende. Studia un piano e fa in modo da essere ad una posizione prima di voi in fila.

C’è solo un modo per rovinargli i piani: usare un’app. Ormai gli sportelli sono desueti. Servono solo per le operazioni particolarmente complicate, tipo accendere un mutuo. La maggior parte delle cose le potete fare nel palmo della vostra mano in qualsiasi momento.

L’applicazione di Widiba si distingue per la sua struttura. L’idea di base del team dell’esperienza utente è stata quella di creare qualcosa di liquido. Anziché realizzare un’app imprigionata in una struttura, da aggiornare per ogni singolo dispositivo, Widiba ha creato un contenitore in cui riversare i suoi servizi.

Ne è nata un’app in grado di adattarsi. La potremmo chiamare quasi capacitiva. Ma facciamo un po’ d’ordine. L’app nativa prevede tutto ciò che interessa la sicurezza e la stabilità. Al suo interno c’è una versione capacitiva, accessibile anche dal browser, in grado di adattarsi allo schermo del dispositivo in cui si trova.

Ciò porta a numerosi vantaggi: basti pensare che i servizi possono essere integrati senza attendere l’aggiornamento dell’app. Stessa cosa per il settore della sicurezza: se viene scovato un bug la società può risolverlo all’istante, senza attendere degli aggiornamenti dell’app. E voi sapete quanto sia fondamentale la sicurezza nel settore economico .

L’accesso può avvenire, al momento, in due modi:

  • Utilizzando una password alfa/numerica.
  • Utilizzando la voce. Widiba, infatti, ha realizzato un sistema di riconoscimento vocale mediante degli algoritmi, da usare registrando la propria voce mentre si pronuncia la frase: “Widiba, la mia voce è la mia password”.

L’app è strutturata essenzialmente in tre sezioni: due colonne laterali e una sezione centrale. La colonna di sinistra, che si rivela premendo il pulsante in alto a sinistra, consente di accedere a tutte le voci del proprio conto, compreso l’accesso ai servizi, ai salvadanai, ai mercati e alle impostazioni. Non ci sono dei limiti di visualizzazione. Tutto ciò che avete nella versione web del sito, lo troverete anche nell’app.

La colonna di destra, invece, contiene una serie di suggerimenti ed un sistema di feedback a stelline (da 1 a 5), per aiutare nel migliorare il servizio. La colonna centrale contiene le informazioni della sezione in cui siete entrati.

Il tutto utilizza una grafica molto pulita, minimale, di facile lettura, con colori comprensibili. Tanto per fare un esempio: se una voce è in uscita si colora di rosso se è in entrata si colora di verde. Il tutto è studiato per supportare l’esperienza utente. Un motore di ricerca in cima alla pagina vi consente di trovare ciò che cercate velocemente.

L’app, infatti, integra Widdy: una sorta di assistente virtuale di Widiba in grado di aiutarvi nelle operazioni. Se avete dei dubbi su qualcosa basta scrivergli delle domande. Il sistema semantico comprenderà l’argomento e vi darà delle soluzioni.

Di recente l’app è stata aggiornata anche con due novità:

  • Il supporto all’Apple Watch, di cui vi parlerò in profondità la prossima settimana.
  • Il sistema di notifiche.

Come saprete, infatti, le notifiche SMS da parte della banca si pagano in quanto contenuti premium. Ve ne parlai qualche settimana fa. L’app di Widiba consente di farne a meno, delegando il compito alle notifiche push per lo smartphone.

In pratica potrete impostare una serie di allarmi per alcune operazioni, come l’accredito dello stipendio, l’uscita di un bonifico, il prelevamento dal bancomat e così via. In qualsiasi momento saprete, senza pagare alcunché, ciò che accade sul conto corrente.

L’app di Widiba è disponibile per:

Se non avete uno smartphone compatibile, potrete utilizzare la versione web attraverso il browser del telefono andando su Widiba.it.

Cosa ne pensi?