Apple chiede aiuto alle aziende su come migliorare l’iPad

Manfrotto iPad

Sul fatto che l’iPad abbia ucciso il mercato dei PC non c’è dubbio. Ormai i computer, soprattutto portatili, sono acquistati per la maggior parte delle volte per lavoro. Per l’uso medio che si fa di uno strumento informatico, come la navigazione e le email, si preferisce puntare su un tablet che ha maggiore autonomia, pesa meno ed è facile da usare.

Nonostante questo le vendite del tablet di Apple calano di trimestre in trimestre. La fortuna, se così si può chiamare, è che per il “mal comune mezzo gaudio” anche le altre aziende vedono dei cali nelle vendite. Il problema è la longevità del prodotto: un tablet viene tenuto anche per qualche anno, contro lo smartphone che si cambia ogni 1,5 anni.

Per questo motivo la società sta chiedendo aiuto all’esterno, per migliorare il suo prodotto. Una mossa inedita, considerando che nell’epoca pre-Cook, quindi nell’epoca Jobs, la dirigenza riusciva ad comprendere di cosa avevano bisogno i clienti senza fare indagini di mercato.

Un progetto segreto, chiamato MPP (Mobility Partner Program), prevede degli incontri con le aziende per raccogliere idee di sviluppo del tablet. Negli incontri Apple e i suoi partner si scambierebbero consigli reciproci per migliorare le app e i servizi offerti agli utenti, ricevendo degli input per le migliorie da applicare al tablet.

Chissà a cosa porterà tutto questo.

Alcune info tratte da: wsj
  • Marco Ferazzani

    Una penna nativa

  • Giulio Casella

    Porterà ad un Microsoft Surface! XD XD XD