Apple Store negli Emirati Arabi, arriva l’ok dalla monarchia

Arabia Saudita

Gli emirati arabi sono molto ricchi, così come sono ricchi i suoi cittadini. E come tutti i ricchi, anche i sauditi amano il lusso. Nella tecnologia c’è solo un marchio del lusso per la telefonia: Apple. Per questo motivo gli Apple Store in negli emirati troverebbero terreno fertile per affari d’oro.

La legge U.A.E. prevede che per le aziende estere nello stato, il regno deve ottenere il 51% della proprietà aziendale. Per Apple questa cosa non si potrebbe applicare, visto che la società non accetterebbe un’organizzazione del genere. Per questo motivo la monarchia sta cambiando la legge, per consentire ad alcune aziende di mantenere il 100% della proprietà.

Gli accordi sarebbero così a buon punto da attivare i piani di Cupertino. La società sta già lavorando sul suo primo Apple Store, che dovrebbe essere inaugurato in tempo per Natale nella città di Dubai.

Successivamente aprirà anche il punto vendita di Abu Dhabi, coprendo le due città più ricche del regno.

Aggiornamento: l’articolo è stato modificato per mia confusione tra Emirati Arabi e Arabia Saudita.

  • Non ho capito perché da una parte parli degli Emirati Arabi Uniti e da un altra del Arabia Saudita. Penso che la regola del 51 % sia valida un po’ in tutta la penisola ma dove deve aprire Apple?

    • No ho fatto io confusione. Si tratta degli Emirati Arabi