Un ospedale cinese offre un iPhone 6s se si dona il proprio seme

iPhone 6s

Qualche tempo fa aveva creato scandalo la notizia di un cinese che, per comprare un iPad, aveva messo in vendita un rene. Lo stesso fenomeno si è ripetuto di recente per un iPhone 6s. Notizie di persone stupide. I prodotti di Apple svalutano, il rene reste sempre giovane. Se volessimo eliminare l’etica e il buon senso, economicamente sarebbe un pessimo investimento.

Ma per cogliere la palla al balzo il Renji Hospital di Shanghai ha avuto un’idea migliore: anziché vendere il rene, vendete il vostro sperma. L’ospedale ha una banca del seme che fornisce servizi alle benestanti donne cinesi che non vogliono impegnarsi con un partner.

La campagna prevede di offrire la stessa quantità di denaro per comprare un iPhone 6s se si offre un campione del proprio seme. L’importante è essere alti almeno 162 centimetri, avere una laurea e non soffrire di malattie genetiche.

Peccato per tutti i ragazzini allupati che potrebbero pensare di collegare le loro attività onanistiche all’ottenimento di un iPhone gratis. Forse un laureato arriverà a pensare che avere figli sconosciuti per il mondo non è poi questa gran cosa.