I nuovi iPhone 6s e 6s Plus hanno una batteria del 6% meno potente

batteria iPhone

Uno dei problemi dell’iPhone è l’autonomia della batteria. In realtà non è un problema del telefono in se, ma dell’intero settore. Al momento nessuno è stato in grado di costruire una batteria abbastanza potente da permettere diversi giorni di autonomia.

Apple, a tal proposito, da sempre cerca di consumare meno risorse, in modo da aumentare l’autonomia di anno in anno usando la stessa potenza. Nell’ultima generazione di iPhone, i modelli 6s e 6s Plus, ha effettuato anche un’altra operazione: ha ridotto la grandezza della batteria.

L’iPhone 6s Plus aveva un’unità con una potenza di 2915 mAh, mentre adesso ce n’è una da 2750 mAh. Nell’iPhone 6s, invece, la batteria era di 1810 mAh e ora, invece, è di 1715 mAh. In pratica il comparto energetico si è ridotto del 6%.

Nonostante questo, però, l’autonomia non è variata. Tutto questo grazie ai nuovi processori A9 che consumano meno energia. Ma come mai questa riduzione? Considerando che lo spessore e il peso del telefono è aumentato, è presumibile che la società abbia cercato l’equilibrio perfetto che integrare la tecnologia 3D Touch senza dover aumentare le dimensioni.

Nella sua opera di equilibrio ha fatto fuori il 6% di batteria. Se fosse rimasto probabilmente avremmo avuto un’autonomia maggiore.

Questo articolo arriva grazie alla donazione di Luca Marturana