Ad un uomo prende fuoco l’iPhone 6 Plus nei pantaloni

iPhone 6 Plus bruciato

Non si sentiva parlare di iPhone bruciati da molto tempo. Da quando Sony, nel 2011, mise in commercio una serie di batterie difettose. Adesso sotto i riflettori è andato a finire un iPhone 6 Plus.

Il telefono in questione apparteneva ad un uomo ad Atlanta. L’uomo stava camminando per strada, quando ha iniziato ad avvertire puzza di bruciato. Poco dopo si è accorto del fumo che proveniva dai pantaloni: era il suo iPhone che stava prendendo fuoco.

Per evitare danni, l’uomo si è dovuto togliere i pantaloni per strada. La cosa gli ha creato molto imbarazzo e umiliazione, ha dichiarato. Delle sensazioni che potrebbero fare la gioia di ogni avvocato.

Difficilmente, però, la questione potrebbe portare grane ad Apple. Il telefono in questione era stato acquistato lo scorso ottobre da una società che lo aveva ricondizionato, dopo averlo acquistato da un privato nel 2014.

Quindi le manomissioni per il ricondizionamento non autorizzato escludono Apple da ogni responsabilità.

Alcune info tratte da: wsbtv