Metà degli smartphone si rompe per via delle cadute

rotture smartphone

Si dice che il prossimo iPhone sarà resistente all’acqua. Molti produttori di smartphone hanno modelli resistenti ai liquidi e sono passati oltre: ora la vera sfida è renderli resistenti agli urti. Ogni anno, infatti, molti smartphone si rompono.

Secondo un’infografica (che potete ingrandire premendo sull’immagine in alto) realizzata da Recovery Data, il 50% degli smartphone si rompe perché scivola tra le mani. Il 32% cade dalla tasca, mentre il 27% cade mentre ci alziamo e il 7% mentre ci si scatta un selfie.

La metà degli incidenti avviene in casa, seguito dal 20% perché si lascia il telefono sul tetto dell’auto e il 17% avviene in bagno.

In media in Italia il 40% delle volte rompiamo lo schermo del telefono. I primi in classifica sono gli indiani con il 65% delle volte, seguiti dai messicani con il 64% e i cinesi con il 63%.

In media in Italia cambiamo smartphone ogni 2 anni. Negli Stati Uniti lo cambiano ogni 18 mesi, mentre la Gran Bretagna è più lenta con i suoi 29 mesi. Il primo motivo per cui lo si cambia è perché ci si sente antiquati e non al passo con i tempi. Segue la scadenza del contratto, l’attrazione per il nuovo hardware e le offerte vantaggiose.