VISA rilascia delle API per fare integrare il suo circuito nelle app

frammentazione pagamenti elettronici

Come sta andando la diffusione dei pagamenti elettronici? In molte nazioni va molto bene. Negli Stati Uniti Apple Pay è molto utilizzato ed è installato in oltre 2 milioni di attività commerciali. In Danimarca e Svezia sono ad un passo nell’abbandonare il denaro contante. In Italia abbiamo ancora qualche difficoltà, soprattutto dal punto di vista culturale.

Il problema è la grande frammentazione dei servizi di pagamento elettronici. Ogni azienda vuole diffondere il proprio servizio a discapito degli altri. Questo crea un po’ di confusione per gli utenti.

C’è di vero che quasi tutti i servizi devono passare per dei grandi fornitori, come VISA e Mastercard. La prima ha di recente rilasciato centinaia di API agli sviluppatori, per consentire di integrare i suoi sistemi nelle app e nei siti web.

Nel sito VISA Developer si possono recuperare tutte le indicazioni e i documenti necessari. Le API consentono di integrare servizi come i pagamenti, le notifiche, la geolocalizzazione delle transazioni, la cifratura delle transazioni e molto altro.

La speranza è che tutto questo consenta una diffusione dei servizi più rapida e sicura.

Cosa ne pensi?