iCloud password usa e getta

Forse un giorno faranno un film sul duello tra Apple e l’FBI per il caso di San Bernardino. Ci sono tutti gli elementi del classico film di spionaggio americano. Un ente di intelligence contro una grossa multinazionale.

Apple ha risposto ufficialmente al Dipartimento di Giustizia dichiarando che la sua richiesta, cioè creare una versione di iOS meno sicura, è molto offensiva verso il lavoro dell’azienda. La questione non si risolverà in tempi brevi, anche perché non c’è una normativa chiara. Si rischia di far passare anni a suon di ricorsi.

Intanto il Wall Street Journal dichiara che la società, dopo questo affronto, avrebbe deciso di rendere iOS e iCloud ancora più sicuri. La società starebbe lavorando alla cifratura dei dati anche nel cloud, in modo da proteggere il contenuto dello spazio di ciascun utente, compreso il backup.

Iniziative del genere sarebbero in programma anche presso altre aziende, come WhatsApp che vuole cifrare messaggi e chiamate nei futuri aggiornamenti. A quanto pare l’FBI anziché trovare una leva per velocizzare il suo lavoro, sta trovando dei freni che potrebbero peggiorare l’attività investigativa.

Leave a comment

Cosa ne pensi?