Recensione delle cuffie Parrot Zik 3, le cuffie bluetooth con comandi touch

Molte volte si vorrebbe staccare la spina dal mondo che ci circonda. Vorremmo che apparisse una bolla in cui nasconderci, non essere disturbati, stare con noi stessi ed uscire con uno stato d’animo migliore, con lo stress abbassato. Tutto questo si può avere con un paio di cuffie professionali.

Se volete provate a prendere un foglio e scrivere tutte le caratteristiche che dovrebbero avere le cuffie professionali ideali. Sono certo che questo elenco corrisponderebbe con quello delle Parrot Zik 3. Chi le ha costruite sembra aver raccolto tutto ciò che serviva aggiungendole al prodotto.

Iniziando dal design. Sono state disegnate da Philippe Starck, lo stesso designer che ha progettato il panfilo voluto da Steve Jobs. La confezione è molto curata. La trasparenza del coperchio mostra le cuffie su un gancio di posizionamento, che purtroppo non si trasforma in base di appoggio da scrivania. All’interno troviamo:

  • Le cuffie.
  • Una batteria rimovibile da 830 mAh.
  • Il cavo jack da 3,5 mm.
  • Il cavo microUSB di ricarica.
  • La bustina per il trasporto.
  • Il manuale di istruzioni.

Prendendole in mano si nota subito la qualità dei materiali. Grande 175 x 202 x 39,3 mm, pesano 270 grammi. Il peso credo sia il loro unico elemento debole. Se volete provate subito a flettere l’archetto di collegamento dei padiglioni. Noterete l’estrema flessibilità e resistenza. Questo non significa che l’archetto vi accarezzerà la testa. Una volta indossate premerà sul capo. Fortunatamente si può regolare l’altezza dello stesso.

I due padiglioni sono di tipo circumaurali. Significa che coprono completamente l’orecchio circondandolo. Non si appoggiano sul padiglione auricolare come il modello sovraurale. Questo elemento è molto importante per isolarsi dall’esterno. Grazie a dei microfoni e all’uso della tecnologia Adaptive Noise Cancelling, sarete completamente isolati dall’esterno. Molto utile durante i viaggi nei mezzi o in ufficio.

La qualità dell’isolamento è veramente notevole. Il sistema di eliminazione del rumore crea delle onde opposte al rumore esterno per non farlo arrivare alle orecchie. È come premere il tasto muto al mondo esterno.

La qualità audio è fenomenale. Grazie all’utilizzo di un equalizzatore parametrico si possono usare 5 filtri. Il suono rimbalza come in vari ambienti. Per esempio quello Jazz Club farà sentire il brano come se lo si sentisse dal vivo in un club musicale, seduto ad un tavolo sorseggiando un cocktail.

Gli altoparlanti sono da 40 mm con magnete in neodimio. L’audio è gestito con un’elaborazione a 32 bit. Per una resa migliore vi consiglio di installare e usare l’app ufficiale per iOS, che tra l’altro funziona anche sull’Apple Watch, per attivarne tutti i parametri e aggiornare il firmware. L’app serve anche a scaricare dei preset per l’equalizzatore, per trarre il meglio dai brani.

Dall’app potrete anche stabilire quanto rumore esterno volete escludere. Se camminate per strada, per esempio, è utile attivare la funzione Street che serve ad ascoltare i rumori più alti, come i clacson delle auto. Utile per evitare pericoli e non sentire gli allarmi.

La batteria da 830 mAh, che tra l’altro può essere estratta e cambiata, consente un’autonomia in modalità wireless di 6 ore. Oppure se attivate la modalità aereo, utilizzandola con il cavo, potrete usarla per 18 ore. Esiste anche una base di ricarica wireless (non presente nella confezione). La batteria si ricarica in 2,5 ore con il cavo microUSB.

Ho apprezzato anche una serie di soluzioni molto comode, come:

  • La messa in stop del brano quando si tolgono le cuffie dalla testa. Utile se dovete fare una cosa al volo togliendo le cuffie, tenendole al collo. Quando le rimetterete sulle orecchie il brano partirà da dove si era fermato.
  • I comandi touch sul padiglione destro. Toccando il padiglione si attiva il play/pause. Sfiorando il padiglione da destra a sinistra o viceversa, si passa avanti al brano successivo o si torna a quello precedente. Mentre sfiorando da sopra a sotto o viceversa si abbassa o alza il volume.

Le Parrot Zik 3 hanno anche la tecnologia NFC per un rapido abbinamento con i dispositivi che prevedono questa modalità. Il bluetooth è 3.0.

La qualità di queste cuffie mi ha colpito molto, sia dal punto di vista dei materiali che nella riproduzione musicale. L’unica punto debole, secondo me, è il peso e il confort. Come tutte le cuffie circumaurali, cioè che avvolgono l’orecchio, dopo qualche ora stancano. Molto buona anche la riduzione del rumore.

Le Zik 3 sono disponibili in vari colori e trame. Si comprano su Amazon dove sono vendute per 348,13 euro.

Cosa ne pensi?