Centinaia di startup e aziende, ma nella Silicon Valley il 28% del fatturato lo fa Apple

Silicon Valley

La Silicon Valley è tutta fuffa americana? È una domanda che si pone SV150 in un report molto interessante. Dai dati si legge che l’enorme circo dell’innovazione americana a volte ha dei numeri un po’ strambi.

Per esempio si legge che delle centinaia di startup e aziende che occupano la vallata, in realtà un terzo di tutto il malloppo è generato da una sola azienda: Apple. Degli 833 miliardi di dollari fatturati in tutta la Silicon Valley, 234 miliardi sono di Apple. 75 miliardi sono di Google e 18 miliardi sono di Facebook.

Il report mostra anche un eccesso di capitalizzazione in Borsa. Se confrontiamo la capitalizzazione con il fatturato generato da ogni società, infatti, si evince che il valore è molto sopravvalutato. In media ogni azienda nella Silicon Valley ha un valore in Borsa di 3,5 volte il fatturato.

Apple ha un valore di 2,6 volte il fatturato e si arriva a casi limite come la Zeltiq Aesthetics, che realizza procedure mediche, che è valutata in Borsa ben 1.200 volte il suo fatturato.

La Silicon Valley è anche occupazione. In media nel 2015 sono stati occupati il 7% in più di forza lavoro, con un aumento della produttività del 8,4%.

Da tempo si cerca di concretizzare molte tecnologie e realizzare industrie solide. Se tutto resta una startup si rischia di arrivare ad uno scoppio della bolla, come avvenne già nel 2001.

Cosa ne pensi?