Realizzata una batteria al litio che si ricarica in eterno

batteria litio

Mettiamoci l’anima in pace, i dispositivi che abbiamo in tasca non dureranno in eterno. Tra qualche anno la batteria perderà colpi e non avremo più energia a sufficienza. Per continuare ad usarli dovremo cambiarla. Ma perché questo accade?

In una batteria al litio ci sono dei nanofili, piccoli migliaia di volte meno di un capello umano, che portano l’energia lungo tutta la grandezza della batteria unendo le varie celle. Caricando e scaricando la batteria più volte si arriva alla rottura di questi nanofili.

Per questo motivo dopo alcune ricariche la batteria perde colpi. La batteria dell’iPhone, per esempio, è garantita ad almeno l’80% della sua capacità originaria entro le 500 ricariche. Quella degli iPad 1000 ricariche. Le stesse degli Apple Watch.

Alcuni ricercatori della UCI (University of California at Irvine), però, hanno costruito una batteria al litio che supera le 200.000 ricariche. In pratica potremo ricaricare l’iPhone una volta al giorno per 548 anni senza perdere autonomia.

La soluzione è uno strato di gel in plexiglas intorno a dei nanofili in oro circondati da biossido di magnesio. Il gel rende morbidi i filamenti ed evita il loro spezzarsi nonostante le continue ricariche.

In laboratorio questa batteria è stata ricaricata 200.000 volte in 3 mesi senza perdere colpi. La troveremo prossimamente nei prodotti di Apple?

Questo articolo arriva grazie alla donazione di Alessandro Rodolico

Cosa ne pensi?