Un giornalista entra per la prima volta nella fabbrica di Pegatron

Dipendenti

Pegatron è uno dei partner più importanti di Apple. Nello stesso tempo è una sorta di pecora nera, perché alcune volte è stata scoperta a far lavorare i suoi dipendenti più del dovuto. Una cosa che adesso non accadrebbe più.

Un giornalista di Bloomberg è riuscito ad entrare nella fabbrica di Shanghai e realizzare un reportage. Ora i dipendenti accedono alla postazione di lavoro solo dopo aver passato il badge identificativo sul lettore wireless e aver mostrato il volto in una fotocamera. Un processo che richiede 2 secondi e che si blocca se si superano le 60 ore settimanali.

Molti dipendenti preferiscono lavorare di più, dice un dirigente di Pegatron, così hanno più soldi in busta paga per comprare oggetti tecnologici. Lo stipendio base di un operaio di Pegatron si aggira tra i 4.200 e i 5.500 yuan, circa 574 e 752 euro al mese. Un iPhone costa 4.488 yuan, circa 613 €.

Nella fabbrica vivono 50.000 persone che ogni giorno, alle 9.00, si recano alla loro postazione. Nella piazza comune c’è anche un comando della polizia, i vigili del fuoco e un’ufficio postale. Un piccolo paese occupato all’assemblaggio degli iPhone.

Questo articolo arriva grazie alla donazione di Luca Marturana

Cosa ne pensi?