Tim Cook ha rilasciato un’intervista alla CNBC con Jim Cramer

Tim Cook CNBC

Tim Cook ha sempre dichiarato di non essere molto legato all’andamento delle azioni in Borsa. Ma questo è un po’ come la favola di chi dichiara che i soldi non sono importanti. Non sono importanti quando li hai. La stessa analogia vede l’andamento borsistico: non importa se la variazione è di pochi punti percentuali, ma quando perdi il 16% in pochi giorni ti importa eccome.

Tant’è vero che il CEO di Apple è corso personalmente negli studi della CNBC, nella trasmissione Mad Money di Jim Cramer, per rassicurare gli investitori. Durante l’intervista in realtà non è stato detto nulla di nuovo.

Leggendo tra le parole si nota chiaramente un messaggio che posso riassumere come: “non temete, la Cina tornerà a crescere e stiamo per entrare nell’India. Il fatturato tornerà a crescere”. Cook, infatti, durante le sue risposte ha ripetutamente detto che in Cina al momento i potenziali clienti sono appena 50 milioni, ma la classe media crescerà fino a 500 milioni di persone nei prossimi anni.

In India, invece, si apprestano ad entrare nella rivoluzione LTE, quindi ci sarà necessariamente un boom di vendite di smartphone, che Apple vuole cavalcare.

Un’intervista, quindi, studiata a tavolino per fermare il calo delle azioni. Cook sarà riuscito nel suo intento? Lo scopriremo oggi in Borsa.

One Comment

  1. Come detto in precedenza, mi sembra una mossa di nervosismo dettata anche dai continui rumors su di un iPhone 7 “deludente”, ma al di là di tutto, Carl Icahn che si defila mugugnando su di una Apple troppo dipendente dalla Cina e dai mercati “ingestibili” per ingerenze governative, l’azienda cinese che fa prodotti in pelle marchiati “iPhone” libera e protetta dai giudici, Cook che promette l’invasione dell’India proprio ora che Samsung vince la causa per vietare ad Apple di importare iPhone usati in India, insomma troppo casino in mercati “caldissimi” da cui si dipende parecchio . . . .

Cosa ne pensi?