TensorFlow, il sistema neurale di Google, sta per arrivare in iOS

TensorFlow

Molte delle operazioni che prima si effettuavano a mano, ora possono essere ottimizzate con un computer. Per esempio se organizzate una festa potete decidere di stampare gli inviti, compilarli, imbustarli e spedirli. Oppure si può usare un software in grado di realizzare l’invito e spedirli automaticamente ai membri di un elenco.

Questo sistema sarà ancora più evoluto con l’intelligenza artificiale. Google lavora da tempo al progetto TensorFlow, disponibile già per Android. TensorFlow integra l’intelligenza artificiale realizzata da Big G e sviluppata per 100 aree tematiche.

Si può utilizzarlo, per esempio, per riconoscere oggetti in una foto, effettuare traduzioni, comprendere un testo e molto altro. Grazie all’uso dei Big Data e degli algoritmi di Google, TensorFlow consentirà di sviluppare nuovi servizi e applicazioni.

Con la versione 0.9 RC0, disponibile su Github, c’è già il supporto per iOS. Ovviamente la versione non è definitiva, ma lo sarà disponibile a breve per tutti coloro che vogliono cimentarsi nell’integrare l’AI nelle loro applicazioni e servizi.

Cosa ne pensi?