Apple testa WebP in Safari per caricare le immagini più velocemente

WebP

Anche se le connessioni internet di oggi sembrano lente in alcuni casi, non saranno mai lente come quando iniziai a scrivere nel mio blog. All’epoca avevo la connessione fornita da un Nokia con velocità di 64 Kbps. Per caricare una pagina web era necessario attendere almeno 30 secondi.

Le immagini si caricavano lentamente e, quando non erano ottimizzate, apparivano riga per riga, fino a formare l’immagine nel suo totale. La parte divertente era quando scoprivi che la foto non era quella che ti serviva.

Fortunatamente da quei tempi bui le cose sono cambiate. Adesso almeno le immagini richiedono pochi attimi. A tal proposito Apple sta lavorando per migliorare ulteriormente questi tempi, grazie alle tecnologie di Google.

Nel suo Chrome, infatti, Google ha integrato la tecnologia WebP che consente un miglioramento delle prestazioni nel caricamento delle immagini e dei video. I miglioramenti sono di circa il 10%. Non tanto, ma la WebP può essere ottimizzato per ulteriori miglioramenti.

Al momento non sappiamo se Safari integrerà il supporto. Questo dipende se Apple sarà contenta dei risultati registrati durante i test.

Cosa ne pensi?