Sync.Me

A volte mi chiedo se qualcuno acquisti veramente qualcosa per telefono. Sarà diffidenza, ma preferisco vedere, leggere, valutare e poi decidere se acquistare. Telefonicamente non si comprende granché e non si notano, di certo, le clausole scritte in piccolo.

Per questo motivo non rispondo mai ai call center che chiamano per proporre cose. Il fatto è che fino a qualche tempo fa questo problema riguardava solo la telefonia fissa, motivo per cui non ho attivato una linea fissa. Ora, invece, colpiscono anche la telefonia mobile.

Un fenomeno che sta diventando un vero flagello. Per questo motivo alcune aziende hanno deciso di collaborare per trovare una soluzione. Apple, Google, AT&T, Verizon, Comcast e altre società sono entrate nel Robocall Strike Force.

Dal prossimo 19 ottobre il Robocall Strike Force consegnerà le sue proposte alla FCC americana per trovare una soluzione contro l’arrivo delle chiamate pubblicitarie. L’obiettivo è obbligare a non usare i numeri anonimi per permette all’utente di bloccarli.

Speriamo che iniziative del genere siano prese anche in Italia. Il registro delle opposizioni è un vero colabrodo e spesso i call center scavalcano la scelta degli utenti di non essere importunati.

Questo articolo arriva grazie alla donazione di Giuseppe Contessi

Leave a comment

Cosa ne pensi?