Laurene Jobs dona 100 milioni di dollari per migliorare le scuole americane

Laurene Powell Jobs

L’elettronica e l’informatica hanno portato tanto benessere negli Stati Uniti, con la nascita di una vasta schiera di super ricchi. Fortunatamente la tendenza di queste persone, come Bill Gates e Mark Zuckerberg, è aiutare il prossimo donando buona parte delle loro fortune.

Verso questa tendenza filantropica si accoda anche Laurene Jobs, moglie della buonanima di Steve Jobs, che passa le sue giornate nel finanziare progetti, soprattutto quelli collegati al settore educativo. Pallino che la legava molto al marito Steve.

Come presidente dell’associazione Emerson Collective, Laurene ha deciso di finanziare con 100 milioni di dollari la ricerca di nuovi modelli per migliorare le scuole. L’obiettivo è trovare idee, anche non convenzionali, per migliorare l’insegnamento e l’apprendimento, al fine di far evolvere le scuole.

Il progetto vede dei premi in denaro e dei finanziamenti verso le scuole che si mostrano pronte al cambiamento. Alla richiesta hanno partecipato 700 scuole, come la New Harmony High che occupa gli studenti nella ricerca contro le erosioni della costa, oppure la Grand Rapids Public Museum High School che ha realizzato un museo con 250.000 artefatti realizzati dagli studenti.

Laurene Jobs conta su un patrimonio di 19,8 miliardi di dollari, di cui buona parte in azioni Disney.

Cosa ne pensi?